Trattamento disturbi menopausa

menopausaLa menopausa è l’evento fisiologico che nella donna corrisponde al termine del ciclo mestruale e dell’età fertile. Nella menopausa termina l’attività ovarica: le ovaie non producono più follicoli ed estrogeni (ormoni femminili principali). Nell’uso comune del termine invece si indica soltanto una notevole diminuzione dei fluidi, coincidente con il periodo di climaterio femminile. Tale stato provoca una serie di mutamenti nella donna che riguardano gli aspetti trofici, metabolici, sessuali e psicologici, con una serie di manifestazioni (sintomi) che variano a seconda della persona e possono essere più o meno marcati, ma non tutti sono collegabili alla menopausa in sé, poiché influiscono altri fattori come il contesto familiare e sociale. Il termine menopausa deriva dal greco “μήν” (gen. μηνός), mese, e “παὒσις”, cessazione. L’essere umano non è l’unica specie animale soggetta a tale evento: lo stesso fenomeno è stato osservato anche in altri primati e nei cetacei.

Il periodo in cui la donna vive nello stato di menopausa comprende una buona parte della sua vita complessiva: infatti se da un lato l’aspettativa di vita media diventa sempre maggiore, dall’altro l’inizio della menopausa continua a collocarsi alla medesima età. Questo comporta un ampliamento sempre maggiore negli ultimi anni ma anche nel futuro del tempo in cui la donna vive la sua vita nello stato di menopausa. Le donne che vivendo in tale stato cercano un sollievo, una possibile cura sono soltanto una piccolissima parte, stimata, da studi effettuati intorno al 10%. Esiste una terapia sostitutiva con somministrazioni di estrogeni. Il trattamento normale varia e mira alla cura dei sintomi soprattutto quando essi sono troppo invadenti.

  • Vampate di calore, indossare indumenti a strato che in caso di improvviso sbalzo termico possono essere tolti facilmente; la somministrazione di cimicifuga racemosa (se per brevi periodi) è stata testata, come anche la proteina della soia e i suoi derivati, con esiti interessanti.

Sono state provate anche cure alternative: l’agopuntura, provoca un notevole effetto placebo, mentre erbe medicinali non hanno conseguito nessun risultato. Per quanto riguarda la somministrazione di vitamina E il sollievo che comporta è stato dimostrato minimo.

  • Obesità, occorre un cambiamento dello stile di vita, seguire una dieta più moderata, mentre l’utilità di alcuni farmaci come l’orlistat sono discussi in letteratura.
  • Artralgie, si raccomanda un trattamento che coinvolga la persona in attività fisica (come lo stretching o la cyclette)
  • Insonnia, effettuare esercizio fisico, massaggi ed evitare ogni forma di stress, come terapia farmacologica risulta utile per combattere i disturbi legati al sonno 300 mg di Progesterone micronizzato
  • Osteoporosi, la letteratura ha sempre sottolineato l’importanza della prevenzione di tale dannoso stato, quindi necessita la cessazione di vizi negativi come il consumo di alcool o sigarette, esercizio fisico, ma soprattutto una dieta basata sulla ricchezza di calcio 1000 mg al giorno (ma si può raggiungere se ritenuto necessario dosi anche di 1500 mg al giorno), al contempo deve essere povera di caffeina e cloruro di sodio. Come trattamento farmacologico in alternativa agli estrogeni, o se controindicati, vi sono:
    • calcitonina, 10-25 UI al giorno, inibitore del riassorbimento osseo, da decenni studiato e sperimentato in letteratura. Esistono vari tipi di calcitonina animale e umana ma studi presuppongono che quelli non umani possano indurre benefici minori.
    • Bifosfonati, come ad esempio l’alendronato e l’etidronato

 

Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Menopausa

Lingua:

  • Italiano
  • English

Un cammino verso la vita

Pagina Facebook

Galleria