Contraccezione

MetodiContraccettiviPer contraccezione, definita anche come controllo delle nascite o controllo della fertilità, si intendono dei metodi o dei dispositivi utilizzati per prevenire la gravidanza. La progettazione e l’uso del controllo delle nascite prende il nome di pianificazione familiare. Il sesso sicuro, come ad esempio l’uso di preservativi maschili o femminili, può anche aiutare a prevenire le malattie sessualmente trasmissibili. Metodi di controllo delle nascite sono stati utilizzati fin dai tempi antichi, ma metodi efficaci e sicuri si sono resi disponibili solo nel XX secolo. Alcune culture limitano volutamente il ricorso alla contraccezione, poiché la ritengono moralmente o politicamente inaccettabile.

I metodi più efficaci di contraccezione sono la sterilizzazione tramite vasectomia nei maschi e la chiusura delle tube nelle femmine, l’inserimento di una spirale intrauterina (IUD) e l’uso di impianti contraccettivi sottocutanei Molto efficaci risultano anche i contraccettivi ormonali, tra cui pillole orali, cerotti, anelli vaginali e iniezioni. Metodi meno efficaci comprendono i sistemi “a barriera” come preservativi, diaframmi e spugna contraccettiva e i metodi basati sul riconoscimento della fertilità. Metodi ancora meno efficaci sono gli spermicidi e il coito interrotto. La sterilizzazione, sebbene sia altamente efficace, non è solitamente reversibile, mentre tutti gli altri metodi sono reversibili, i più nell’immediato.

Nelle adolescenti, le gravidanze sono a maggior rischio di esiti negativi. L’educazione sessuale e l’accesso ai metodi contraccettivi, diminuisce il tasso di gravidanze indesiderate in questa fascia di età. Sebbene tutte le forme di contraccezione possono essere utilizzate dai giovani, metodi reversibili a lunga azione come impianti sottocutanei, IUD, o anelli vaginali sono di particolare beneficio nel ridurre i tassi di gravidanze in questa età. Dopo la nascita di un bambino, una donna che non allatta esclusivamente al seno, può diventare di nuovo incinta già da quattro a sei settimane. Alcuni metodi contraccettivi possono essere iniziati immediatamente dopo la nascita, mentre altri richiedono un ritardo di fino a sei mesi. Alle donne che hanno raggiunto la menopausa si consiglia, tuttavia, di proseguire con la contraccezione per un anno dopo l’ultimo ciclo mestruale.

Circa 222 milioni di donne che vogliono evitare la gravidanza nei paesi in via di sviluppo non utilizza un moderno metodo di controllo delle nascite. L’uso di contraccettivi dei paesi in via di sviluppo ha diminuito il numero di morti materne del 40 % (circa 270.000 decessi evitati nel 2008) e potrebbe prevenire il 70% se l’intera domanda di controllo delle nascite fosse soddisfatta. Con l’allungamento del tempo tra le gravidanze, il controllo delle nascite può migliorare gli esiti del parto nelle donne adulte e la sopravvivenza dei loro bambini. La possibilità di ricorrere alla contraccezione migliora le condizioni economiche di una società, in quanto le famiglie hanno un minor numero di figli a carico, più donne possono partecipare come forza lavoro e vi è un minor consumo di risorse.

fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Contraccezione

Lingua:

  • Italiano
  • English

Un cammino verso la vita

Pagina Facebook

Galleria